Distretto Tecnologico Energie Rinnovabili

Obiettivi

Obiettivi generali dei Distretti Tecnologici

  • Migliorare la capacità di R&S delle imprese del settore
  • Favorire l’adozione di innovazioni tecnologiche
  • Aumentare la competitività delle imprese
  • Accrescere la capacità di occupazione
  • Potenziare la capacità delle imprese di attrarre finanziamenti e di accedere ai mercati finanziari
  • Supportare i processi di internazionalizzazione
  • Affiancare le imprese nella ricerca di finanziamenti pubblici sul palcoscenico nazionale ed europeo.

Obiettivi specifici del DTE

L’Energia è sicuramente un mercato high-tech per cui si prevede una sicura e forte ascesa negli anni a venire.
Ciò costituisce un’opportunità di investimento per le imprese che vogliano contro-bilanciare la propria presenza che da anni sono in declino o stagnazione

L’intento ultimo è quello di potenziare l’economia regionale favorendo la creazione di valore e di competitività che potrà affermarsi sul mercato sia a livello nazionale che internazionale.
Nell’ottica della Concretezza dell’azione di supporto allo sviluppo, il DTE intende:

1. Aumentare la competitività delle imprese

  • Favorirne l’operatività nella direzione delle best practices a livello internazionale
  • Favorire la ricerca e sviluppo in settori/prodotti altamente innovativi e competitivi anche a livello internazionale
  • Favorire l’ingresso nell’impresa di personale in grado di potenziarne le capacità competitive
  • Favorire le attività in filiera e in rete su progetti competitivi e replicabili
  • Creare opportunità di accesso al credito per l’innovazione

2. Favorire l’internazionalizzazione

3. Creare un sistema che riesca a mantenere ed estendere l’occupazione

  • Competenze che favoriscano la veloce operatività dei neo-laureati nelle imprese
  • Riqualificazione del personale esistente verso nuove sfide tecnologiche

Lo sviluppo d’impresa nel mercato energia è un’opportunità per salvaguardare l’occupazione a livello territoriale

  • Generazione di posti di lavoro a vari livelli
  • Collaborazione tra impresa e l’università per lo sviluppo corsi di laurea, master, dottorati che permettano ai giovani di collocarsi immediatamente con successo in aziende che vogliono essere competitive e innovative in questo segmento
  • Ri-qualificazione professionale di gruppi di lavoratori, anche qualificati, in aziende cha possono riconvertirsi su questo mercato (fascia debole > 50 anni).