Distretto Tecnologico Energie Rinnovabili

Quadro normativo di riferimento

Ai sensi di disposizioni nazionali, per Distretti tecnologici si intendono “aggregazioni su base territoriale di imprese, università ed istituzioni di ricerca guidate da uno specifico organo di governo focalizzate su un numero definito e delimitato di aree scientifico tecnologiche strategiche, idonee a sviluppare e consolidare la competitività dei territori di riferimento e raccordate con insediamenti di eccellenza esistenti in altre aree territoriali del paese”
I DT concorrono allo sviluppo della competitività del territorio mediante R&S e sono un luogo fisico di governo della ricerca industriale.

I principali riferimenti normativi a livello regionale sono:

  • Delibera della Giunta Regionale della Regione Toscana n. 87 del 21-2-2011,POR CReO Fesr 2007-2013. PRSE 2007-2010. Distretti tecnologici.
    • Indirizzi per la costituzione. Integrazione delibera G.R. n. 603/2010. che promuove la costituzione di DT Tecnologie delle energie rinnovabili
  • Delibera della Giunta Regionale della Regione Toscana n. 539 del 27-06-2011 POR CREO FESR 2007-2013 – PRSE 2007-2010
    • Approvazione del documento “Promozione e progettazione dei Distretti Tecnologici”, definizione di competenze ed iter di implementazione
  • Delibera della Giunta Regionale della Regione Toscana n. 705 del 1 agosto 2011 POR CREO FESR 2007-2013 – PRSE 2007-2010
    • Distretti Tecnologici: presa d’atto designazione componenti del Comitato di indirizzo tecnologico
  • Delibera della Giunta Regionale della Regione Toscana N 839 del 03-10-2011 POR CREO FESR 2007-2013 – PRSE 2007-2010
    • Approvazione del documento “Promozione e progettazione dei Distretti Tecnologici”, definizione di competenze ed iter di implementazione
  • Delibera della Giunta Regionale della Regione Toscana N 1081 del 05-12-2011 PRSE 2007-2010 – Linea 1.2. e 1.3., PAR FAS 2007-2013 PIR 1.1. Linea 1.1.B Azione 1.2., PORCREO FESR 2007-2013 – Linea 1.2.
    • Distretti tecnologici: a) fissazione termini per la presentazione dei PSS; b) determinazione processo di convergenza dei Poli di innovazione nel DT